Cantante e band leader, arrangiatrice e compositrice, studia vocalità jazz e approfondisce lo stile e il linguaggio jazzistico negli Stati Uniti e in Italia con le figure di maggior spicco internazionale (Maria Pia De Vito, Mark Murphy, Cinzia Spata, Barry Harris, Norma Winstone, Roseanna Vitro, Judy Niemack, Roger Treece, Jay Clayton e Bob Stoloff). Premiata dalla critica come Miglior Nuovo Talento, vince il Top Jazz 2014, il referendum annuale indetto dalla rivista Musica Jazz.

Prima artista italiana a firmare con la prestigiosa etichetta inglese Candid, prodotta dallo storico discografico Alan Bates, intraprende un’intensa attività concertistica che la porta a collaborare con nomi come Paul McCandless, Kenny Wheeler, Paolo Damiani, Vassilis Tsabropoulos, Javier Girotto, Paolo Fresu.
Riserva un’attenzione particolare alla composizione e all’arrangiamento rielaborando con cura alcune pagine del jazz di oggi, scrivendo brani originali, declinando la propria creatività in percorsi musicali raffinati ed originali, come nel suo ultimo lavoro discografico, The Beat Goes On, Omaggio alla Beat Generation, distribuito in vari paesi, un concept album in cui figurano Francesco Bearzatti, Luca Mannutza, Paolino Dalla Porta, Marcello Di Leonardo, che coniuga in modo assolutamente originale il jazz alla poesia Beat utilizzando con creatività e sensibilità le voci dei poeti stessi all'interno delle composizioni; o nell’esplorazione di un jazz dal sapore cameristico con il trio “Un Minuto Dopo”, che divide con Alessandro Gwis, Gabriele Coen e il grande oboista degli Oregon, Paul McCandless, e nel duo Arpa&Voce “Nuance” ideato con Marcella Carboni, dove mette in luce alcune perle del jazz contemporaneo ridisegnandone i contorni, creando paesaggi sonori rarefatti, rilassati e profondamente delicati.

Si aggiunge a questa cornice già preziosa la profonda conoscenza della tradizione jazzistica mainstream che trova spazio in numerose collaborazioni, Andy Gravish, Fabrizio Bosso, Maurizio Giammarco, Luca Mannutza, Daniele Scannapieco, Max Ionata, Micheal Rosen, Greg Burk, Pietro Ciancaglini e molti altri; l’Orchestra Nazionale dell’AMIT, la Big Night Jive Orchestra, la Di Lella/Quagliero Orchestra, e progetti come l’opera jazz Storie di Cronopios e Famas, la dance-opera Jazzamore, Women Next Door, il gruppo a suo nome tutto al femminile in cui la song americana viene riproposta nelle trame raffinate di arrangiamenti storici tratti dai dischi Verve anni ’50; In A New York Minute, un progetto dalla sonorità hard bop dedicato al jazz moderno e alle composizioni di Cedar Walton, Tom Harrell e di altri, in cui spicca il sassofono di Maurizio Giammarco.

Esibitasi in più occasioni all’estero (Grecia, Portogallo, Israele, Brasile) e in prestigiosi jazz club e teatri italiani (Teatro Mancinelli di Orvieto, Teatro Morlacchi di Perugia, Teatro Sistina di Roma, Teatro Verdi di Padova), ha preso parte a rassegne e festival di rilievo, tra cui: Umbria Jazz, Villa Celimontana Jazz Festival, Tel Aviv Jazz Festival, Rio Harp Festival a Rio de Janeiro, Rumori Mediterranei Roccella Jonica, Festival Internazionale di Jazz Contemporaneo alla Casa del Jazz, Nuoro Jazz, Time in Sassari, Viggiano Jazz, Rassegna Giovani Leoni alla Casa del Jazz, Sperlonga Jazz Festival, Da Donne a Donna, Rassegna I Grandi del Jazz: Istruzioni per l’uso al Teatro Sistina, Rassegna Note di Festa alla Casa del Jazz.

Attiva anche sul piano didattico, è docente presso il Saint Louis College of Music di Roma, il Conservatorio di Brescia, Trento e Benevento, Musicisti Associati di Napoli, nei seminari estivi di Nuoro Jazz diretti da Paolo Fresu (2005-2013), Jazz’s Cool del Saint Louis, Tuscia in Jazz Spring e Summer (2013-2015), La Spezia Jazz (2013-2015), collaborando, tra gli altri, al fianco di Sheila Jordan, Maria Pia De Vito, Kurt Rosenwinkel, Peter Bernstein, Aaron Goldberg, Gregory Hutchinson, Scott Colley, Donny McCaslin, George Garzone.