Fin dal suo debutto professionale come turnista teen ager per il trombettista Red Rodney, Greg Hutchinson è stato un’eloquente testimonianza di come i giovani debbano dire la loro. Ancora oggi esprime la freschezza dell’invenzione che è stata una sua evidente caratteristica fin dall’inizio, equilibrata però con la maturità acquisita grazie alle collaborazioni con artisti del calibro di Betty Carter e Joe Henderson.

Nato nel giugno 1970 a Brooklyn, New York, Hutchinson fin da piccolo è stato ispirato musicalmente da entrambi i genitori. Ascoltando artisti che spaziano dal jazz, al soul al funk, Hutchinson ha sviluppato la sua concezione musicale iniziale. “Tra le mie influenze principali è ‘Philly’ Joe Jones,” ammette, “perché ha incorporato tutti gli elementi della sua vita nella sua musica. Era molto, molto elegante.” Un’altra sua fonte d’ispirazione è Charlie Parker. Che la batteria canti, questo è il desiderio e l’obiettivo di Greg Hutchinson, così come cantava la tromba di Charlie Parker.

Artisti con cui ha suonato:

Aaron Goldberg Trio
, Joe Henderson,
 Dianne Reeves,
 Betty Carter
, Christian McBride, 
Ray Brown
, Joshua Redman, Eric Reed, 
Antonio Hart, 
Benny Green
, Larry Clothier
, Ron Blake
, Ray Brown Trio
, Michael Bishop, 
Peter Bernstein, Jim Anderson
, Stephen Scott
, Karriem Riggins, 
Peter Washington
, Jack Renner, 
Nicholas Payton, 
Kevin Mahogany
, James Farber
, Marc Cary
, Laverne Butler, 
Jeremy Davenport, 
Mark Elf
, Bob Belden
, Beegie Adair Cruzer
,Teodross Avery, Roy Hargrove, Antonio Hart, Kristin Korb, Claire Martin, Jimmy Smith, Mark Whitfield, Steve Wilson, Rodney Whitacker