Lage Lund è considerato non solo uno dei migliori chitarristi della sua generazione, ma anche uno degli artisti jazz più interessanti al mondo.
Pat Metheny lo ha definito come il suo chitarrista emergente preferito, un chitarrista "tutto musica e anima" come lo ha descritto Russel Malone, uno dei giudici che ha assegnato a Lund il prestigioso premio Monk nel 2005.

Grazie ad una grande padronanza degli standard jazz e ad un repertorio in continua crescita di splendide composizioni originali, Lund è in possesso di uno "swing" unico, accompagnato da visione armonica sofisticata ed una voce solista unica e raffinata.

Nato e crescito in Norvegia, Lund si è trasferito a Boston dopo il liceo per studiare presso la Berklee College of Music. Nel 2002 si è trasferito a New York dove è presto diventato il primo chitarrista elettrico ad iscriversi presso la Juilliard School of Music. Dopo aver vinto il premio Monk nel 2005 è diventato un musicista molto ricercato suonando come sideman con the David Sanchez Quartet, the Maria Schneider Orchestra, the Mingus Orchestra e molti altri. Ha lavorato con molti grandi musicisti come Ron Carter, Mulgrew Miller, Danilo Perez, Wynton Marsalis, FLY, Marcus Strickland, Will Vinson, Aaron Parks, Kendrick Scott, Carmen Lundy.

Ha realizzato quattro dischi con l'etichetta Criss Cross, tra i quali "Unlikely Stories", un set di bellissimi brani originali con il supporto di musicisti eccezionali. Nel 2015 è uscito "Idlewind", il primo disco in trio, ma il terzo registrato con il bassista Ben Street ed il batterista Bill Steward. nel 2015 è uscito anche l'EP con the OWL Trio "Arts and Leters" oltre al molto apprezzato disco con la Maria Schneider Orchestras "Thompson Fields".